Montefalco

La "Ringhiera dell'Umbria"

Ricette Tipiche

Le ricette culinarie che vengono oggi proposte a Montefalco, sono moltissime; mostriamo alcune di queste, le più “antiche”, quelle che venivano cucinate dalle nostre nonne soprattutto nei periodi di festa.

Chiunque può inviarci la sua ricetta, indicandone il nome e il luogo da cui proviene (sempre nei dintorni di Montefalco) ed eventualmente allegando una foto del prodotto finito… la pubblicheremo con piacere in questa pagina.


Gnocchi al Sagrantino Passito 

Tempo di preparazione: 30 minuti circa.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 Kg di patate farinose
  • 300 gr. di farina
  • un uovo intero
  • sale q.b.
  • 1 bicchiere di Sagrantino Passito.

Per il condimento:

  • burro
  • 1 bicchiere di Sagrantino Passito
  • formaggio fresco (caciotta)

Lavate le patate, fatele lessare, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate sul vostro piano di cucina, mescolatevi la farina, l’uovo, un bicchiere di Sagrantino Passito, il sale ed impastate velocemente il composto. Prendetene una parte e, con le mani infarinate, formate dei bastoncini, tagliateli a pezzetti lunghi un paio di centimetri ed allineateli su un telo infarinato.

Fate cuocere gli gnocchi pochi alla volta in acqua salata bollente per qualche minuto e, man mano che vengono a galla, estraeteli con la schiumarola, metteteli  in una padella, dove avrete già fuso del burro senza farlo rosolare. Saltate gli gnocchi nella padella e aggiungete un bicchiere di Sagrantino passito. Prima di servire cospargete con un formaggio grattugiato fresco (tipo caciotta).


Strangozzi (qualcuno li chiama anche Strozzapreti)

(dose per quattro persone)

  • mezzo chilo di farina, acqua fredda;
  • sale e olio quanto basta.

Impastare i vari ingredienti fino ad ottenere una massa compatta e stenderla con il mattarello fino a portarla allo spessore di una sfoglia non troppo fina; senza lasciarla asciugare, procedere al taglio della pasta per ottenere tante fettuccinelle. quindi cuocere in abbondante acqua salata per pochi minuti.
Gli strangòzzi si possono condire con il sugo di papera, d’oca o di “pollastro”.


Risotto al Sagrantino passito
Tempo di preparazione: 20 minuti circa.
Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. di riso,
  • 1 bicchiere di Sagrantino
  • 1 cipolla
  • 50 gr. burro
  • brodo di carne
  • sale.

Soffriggere la cipolla tagliata finemente in un tegame con il burro a fuoco lento. Appena la cipolla è rosolata aggiungere il riso crudo. Preparare un bicchiere abbondante di Sagrantino. Dopo circa un minuto aggiungere mezzo bicchiere di Sagrantino, lasciare insaporire. Continuare la cottura aggiungendo gradualmente il brodo di carne. A metà cottura aggiungere il rimanente mezzo bicchiere di Sagrantino e finite di cuocere. Servire caldo
Nb. Si consiglia di non aggiungere il parmigiano.


Filetto di manzo al Sagrantino

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 bistecche di filetto di manzo di 200 gr. l’una
  • ½ bicchiere d’olio extravergine di oliva
  • ½ bicchiere di Sagrantino Passito
  • 2 spicchi d’aglio; sale
  • un cucchiaino di origano; un cucchiaino di paprica

Lasciate marinare per 5 o 6 ore la carne nell’olio sbattuto con il Sagrantino e insaporito con sale, un grosso pizzico di origano, paprica e i 2 spicchi d’aglio affettati finemente. Rigiratele spesso nella marinata. Sgocciolatela e passatela sulla griglia a fuoco fortissimo per un minuto e mezzo. La carne dovrà essere ben crostata all’esterno e molto al sangue internamente.


Pere al Sagrantino o alla Barbarossa.

Dosi per 4 persone:
• n° 4 pere Imperatore poco mature
• 2/3 bicchieri di Sagrantino passito
• 2 bicchieri di acqua
• 12 cucchiai di zucchero
• ½ stecca di cannella
• buccia di un limone
 

Mettere le pere lavate ed asciugate in una casseruola. Versare il Sagrantino e l’acqua; aggiungere gli altri ingredienti, coprire e cuocere. Lasciar raffreddare, disporre le pere sui piatti di portata. Incidere un lato del frutto, colarvi un poco di sciroppo e inserirvi una fetta di limone passata nello zucchero. Irrorare con il fondo di cottura.


‘Ntorta (o rocciata) “de la gorbe” (fraz. S. Clemente)

Arrociata o Attorta (Montefalco)Dolce tipico di novembre per festeggiare i Santi.
Fare una pasta sfoglia molto fine con 400 grammi di farina, acqua q.b., 50 grammi di olio di oliva, un pizzico di sale e 2 cucchiai di zucchero.
Tirarla e stenderla su una tovaglia.
Per il ripieno tagliare a pezzettini 2 Kg di mele, 100 grammi di uvetta precedentemente messa a bagno con marsala, 200 grammi di noci (a vostro gusto fichi secchi, mandorle o pinoli).

Mischiare il ripieno in una ciotola aggiungendo cacao cannella e zucchero  a piacere.

Mettere sulla pasta sfoglia il ripieno e livellarlo bene
Arrotolare la pasta sfoglia girandola da una parte all’altra utilizzando la tovaglia e dargli la forma caratteristica di serpentone.
Far cuocere in forno su una teglia precedentemente unta, a 180° C per circa 40 minuti.
A fine cottura spruzzare sopra il serpentone un po’ di Alchermes e zucchero semolato.


Torta di mele “de la ‘jattina” (fraz. S.Clemente)
Ingredienti per 6-8 persone:

  •  6 uova
  • 300 gr. di farina
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bicchiere di zucchero
  • 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di Sagrantino Passito
  • scorza grattugiata di 1 limone e/o arancia
  • 1 bustina di lievito in polvere da 1/2 kg
  • 2 mele
  • una manciatina di uvetta
  • un pizzico di sale

Sbucciate le mele, levate il torsolo, tagliatele a pezzettini e mettetele in un tegame. Nel frattempo mettete l’uvetta in una tazza con del latte. In una terrina battete i tuorli d’uovo con lo zucchero, unite gli albumi già montati a neve con un pizzico di sale. Versate ora nella ciotola la farina a pioggia,  l’olio a filo e il bicchiere di  latte. Infine, sempre mescolando, aggiungete il Sagrantino Passito, la scorza grattugiata di limone ed il lievito.
Unite l’uvetta e le mele a cubetti.

Versate il composto in una tortiera larga circa 26 cm imburrata e cosparsa di farina poi fatelo cuocere in forno caldo (180 °C) per circa 35 minuti. Levate la torta dal forno e lasciatela raffreddare su una gratella.

 

 

Divisore pagina Stemma di Montefalco2018

 

Contattaci





Seguici su Twitter

Eventi futuri

Nessun evento imminente

© 2000 – 2018 www.montefalco.it